Viaggi autunnali e caro bollette, cosa cambia

Viaggi autunnali e caro bollette, cosa cambia

Come influisce il caro bollette sui viaggi autunnali? Va detto, in maniera importante: più di quanto ci si aspetti. L’inflazione sta facendo sentire la sua influenza in molti settori turistici. Sia per i viaggiatori che per gli albergatori e le altre categorie coinvolte

Inflazione cambia forma ai viaggi autunnali

Le bollette di gas e luce, il costo della benzina sono dei fattori dei quali bisogna tenere da conto quando si prendono in considerazione i viaggi autunnali. I rialzi esistono, sono reali e coinvolgono tutti. Questo fermerà i turisti dal viaggiare? No se hanno organizzato per tempo o se hanno pensato a ogni evenienza. Ma allo stesso tempo non si può pensare che l’inflazione e i conseguenti rialzi non abbiano conseguenze.

Gli esperti del settore sottolineano come il turismo sia già a rischio in questo settembre appena iniziato: a partire dalla riduzione delle rotte delle linee low cost e dei treni ad alta velocità. I prezzi non bloccheranno del tutto i viaggiatori dal partire, ma i viaggi autunnali saranno certamente più last minute e brevi di quelli estivi. Per quel che riguarda i vettori ci sarà di aspettarsi una certa scarsità dei posti e prezzi più alti.

L’Italia di per sé non si è comportata male questa estate, secondo le associazioni di categoria, nonostante i dati siano rimasti più bassi di quelli del 2019. Ma se si pensa ai viaggi autunnali, gli operatori sostengono che ad andare per la maggiore saranno l’Egitto e i weekend lunghi in Italia e in Europa.

Troppe spese per gli albergatori

I viaggi a lungo raggio dovranno fare i conti con pochi posti e prezzi alle stelle per quanto riguarda il trasporto aereo e quindi con una domanda alta ma con una minore offerta. Dettata proprio dalla necessità di risparmiare delle compagnie aeree.

Non sarà facile nemmeno avere a che fare con Hotel e Bed& Breakfast. Le strutture ricettive rischiano davvero di dover decidere se rimanere aperte o chiudere. Molto semplicemente un hotel pieno riuscirà a far fronte ai rincari, uno mezzo vuoto no. E questo potrebbe portare, a chi cercherà di rimanere aperto, di concentrare le prenotazioni su piani specifici e lasciare senza energia gli altri.

Per questa branca del mercato turistico i viaggi autunnali hanno una importanza basilare. Ma bisogna tenere da conto il fatto che il potere di acquisto delle famiglie è sceso a causa dell’inflazione e i risparmi messi da parte per il viaggio necessari per pagare le bollette. In alcuni le strutture ovvieranno con piccoli rialzi, in altre dovranno decidere se stringere i denti o chiudere.

Leggi anche

Orient Express torna su rotaia nel 2025

Orient Express torna su rotaia nel 2025

Viaggi di nozze 2022? Più brevi ma intensi

Viaggi di nozze 2022? Più brevi ma intensi

Wanderama Lazio Tour e la riviera di Ulisse

Wanderama Lazio Tour e la riviera di Ulisse

Il Wanderama Lazio Tour ci porta alla scoperta della Sabina

Il Wanderama Lazio Tour ci porta alla scoperta della Sabina

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]