Praga, un mini tour per riscoprire l’arte del Novecento

La capitale e la più grande città della Repubblica Ceca, Praga, vanta ogni anno milioni di turisti per le bellezze paesaggistiche, la varietà di locali e la superba qualità architettonica che presenta. Tuttavia, può essere interessante, se si ha qualche giorno in più a disposizione, dopo aver visitato il centro storico, prepararsi ad effettuare un mini tour attraverso l’arte del Novecento, ovviamente se interessa il genere. Prima però, non bisogna perdersi il Castello di Praga, un fortilizio gigantesco in grado di contenere al suo interno la Cattedrale di San Vito e altri luoghi di culto, oltre che viottoli, stradine e angoli panoramici. Interessante anche il quartiere limitrofo, detto di Malà Strana, letteralmente “Parte piccola”, denominazione che prese in epoca medievale quando gli abitanti si trasferirono nella zona nuova.

I praghesi, soprattutto se giovani, sono particolarmente legati all’arte e la città, anche per questo motivo, gira intorno a tale tendenza. Nessuno, ad esempio, vuole mai mancare agli appuntamenti di Meet Factory. Quest’ultimo è un edificio industriale di notevoli dimensioni che ospita performance teatrali, concerti e mostre di artisti locali. Il sito per leggere in tempo reale gli eventi organizzati è www.meetfactory.cz, anche se per un italiano la difficoltà di comprendere la lingua del posto non è facilmente superabile. Chi vuole, invece, maggiori informazioni sulla Praga delle Avanguardie storiche del secolo passato, può visitare il Museo del Cubismo Ceco, nel Palazzo della Madonna Nera, una curiosa opera di architettura cubista.

A contrastare il futurismo imperante, ecco che lo storico quartiere di Malà Strana, riproietta verso un lontano passato soprattutto nella zona del Castello e del Vicolo d’Oro. Si pensa che qui vivessero gli alchimisti perennemente alla ricerca della pietra filosofale. Vicino al Ponte Carlo, le botteghe dell’associazione Charles Bridge, vendono prodotti tipici e manufatti artigianali e poco distante si giunge a Staré Mesto, la città vecchia con il quartiere storico. Tuttavia il moderno ritorna sempre e sotto il ponte c’è il John Lennon wall, memorial pittorico delle proteste studentesche che nel 1969 lottavano contro l’occupazione sovietica.

foto di: ilcomunicatore