Partenza intelligente esiste davvero?

Partenza intelligente esiste davvero?

La partenza intelligente esiste davvero? È una domanda che in contesto turistico milioni di persone si pongono specialmente di estate, quando si trovano a dover far chilometri di fila a orari improponibile della notte.

Essere riposati è di primaria importanza

La verità è che questo approccio allo spostamento esisterebbe pure. Il problema consta nel fatto che spesso i viaggiatori hanno la stessa idea senza verificare davvero se tale orario e tale itinerario possano incastrarsi perfettamente per concedere loro di spostarsi senza stress.

La partenza intelligente è quella che consente alla persona di viaggiare in auto evitando ingorghi e file. È allo stesso tempo però, soprattutto, quella che si basa sulla effettiva resistenza di chi guida. Ecco quindi che per prima cosa sarebbe da evitare lo spostarsi alle due di notte e non solo perché è una idea non furba che hanno tutti. Scientificamente parlando infatti il cervello a quest’ora produce più melatonina, diventando primaria causa di eventuali colpi di sonno.

Qualcosa che chi guida non può assolutamente permettersi.  Si può giocare intorno a questo orario comunque, ma per farlo bisogna assicurarsi di aver dormito almeno otto ore prima. In questo modo il corpo sarà riposato e potrà affrontare un viaggio a questa ora.  Per prepararsi alla partenza intelligente è bene evitare l’alcol il giorno prima, evitare di fare tardi e trovarsi con le valige belle pronte almeno due giorni prima della partenza.

Prima di mettersi a dormire è bene tenere lontani da sé dispositivi elettronici di ogni tipo per almeno due ore prima di dormire e rilassarsi. Sembrano azioni quasi senza senso ma consentono di riposare meglio e arrivare alla partenza intelligente adeguatamente rilassati a prescindere dall’orario scelto.

Partenza intelligente orario migliore

Se si è abbastanza riposati, è possibile dare vita a una vera partenza intelligente anche alle quattro o alle cinque del mattino, orario migliore rispetto alle due.

Questo ovviamente dopo aver verificato che sia davvero l’orario migliore rispetto alla tratta che si prevede di seguire. Studiando anche attraverso Google Maps quelli che possono essere gli orari di punta e verificando l’opinione degli esperti si può infatti selezionare in base alle proprie necessità sia la data che l’orario migliore in cui partire.

Volete fare una partenza intelligente? Assicuratevi di avere in auto tutto ciò che serve, per voi e per eventuali animali con cui siete in viaggio. Acqua e cibo per eventuali fermate anche nel caso in cui non doveste incontrare punti di ristoro. E se il viaggio è eccessivamente lungo, pianificate delle soste per sgranchire il corpo.

Leggi anche

Viaggiare in auto, 2022 anno degli aumenti record

Viaggiare in auto, 2022 anno degli aumenti record

Viaggi a sorpresa, è boom tra i giovani

Viaggi a sorpresa, è boom tra i giovani

Zaini per viaggiare in aereo, è boom

Zaini per viaggiare in aereo, è boom

Compagni di viaggio, le app utili

Compagni di viaggio, le app utili

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]