Messico: tra deserti e foreste tropicali

Due sono le cose più note ai turisti che scelgono il Messico, come meta di viaggio: le rovine risalenti al periodo Maya e le splendide spiagge. Tuttavia, questo tratto di mondo ha davvero tanto altro da offrire e, in questo senso, potrebbe stupirvi la varietà di paesaggi meravigliosi e sempre diversi che lo riguardano. Nonostante le serie minacce all’ambiente, in ogni caso, resta una delle tre nazioni più ricche della Terra in tema di flora e fauna. Vi si trovano almeno 30.000 specie diverse di piante, 450 mammiferi differenti  e 1000 tipi di uccelli. Il Messico, quindi, è da tempo diventato il paradiso dei naturalisti, soprattutto per la sua differenza di ambienti, di vulcani innevati, di mangrovie e foreste tropicali intervallate da deserti. Il tutto senza dimenticare che parliamo della seconda barriera corallina del mondo.

Più della metà del territorio del Messico, comunque, è classificato come arido, con un 30 per cento semi-arido e, in questo senso, i deserti e le steppe non mancano di certo. Il più importante deserto e l’unico reale in fondo è quello di Altar nella zona nord-occidentale di Sonora. Le zone umide, invece, comprendono stagni, paludi di mangrovie e lagune costiere, ma il rischio è che possano scomparire velocemente perchè ogni anno vengono sottratti all’area tratti di terra, per via dell’inquinamento e dell’urbanizzazione. Nelle saline dello Yucatàn è incredibile lo spettacolo offerto dalle colonie di fenicotteri. Le coste del Messico raggiungono almeno 10.000 chilometri di lunghezza. Sull’Atlantico spiccano isolotti e promontori, mentre sull’Atlantico la costa è abbastanza sabbiosa.

Il Messico è anche terra di montagne, con più della metà del territorio che supera i 1000 metri sopra il livello del mare. La foresta equatoriale, infine, è il più ricco habitat del Pianeta Blu e qui, tali zone ospitano anche pappagalli tucani, giaguari e il quetzal, l’uccello sacro per i Maya.

Fonte: guida Messico. Si ringrazia la casa editrice Mondadori

Leggi anche

Turismo Spaziale con Blue Origin e Virgin Galactic nel 2019

Turismo Spaziale con Blue Origin e Virgin Galactic nel 2019

Québec: sulla strada per Wendake, alla ricerca dei nativi canadesi

Québec: sulla strada per Wendake, alla ricerca dei nativi canadesi

Alle Bahamas, l’emozione unica di immergersi con gli squali

Alle Bahamas, l’emozione unica di immergersi con gli squali

Il Getsemani, l’Orto degli Ulivi: ricordi di viaggio

Il Getsemani, l’Orto degli Ulivi: ricordi di viaggio

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]