Viaggio in Marocco, cosa mangiare

Le ricette della tradizione, non la nostra ovviamente con gli ingredienti e le preparazioni che ci ha tramandato la nonna, ma quella del Marocco dove imparare a dosare le spezie e ad ottenere dei piatti in grado di deliziare anche il palato più esigente. L’opportunità di conoscere certi segreti tra i fornelli, di solito svelati solo nelle famiglie locali, la garantisce il riad di Marrakech Dar Darma che offre ai suoi ospiti le “lesson cooking”. I sapori e gli aromi del resto regalano da sempre un valore aggiunto alla città e molti piatti sono il simbolo del luogo anche fuori dai confini nazionali, allora perché non renderli accessibili pure ai turisti? Tra l’altro è più facile amare una pietanza se si conosce la fatica impiegata per prepararla e soprattutto se ne conoscono gli ingredienti e le dosi esatte.

Il tutto circondati dai colori di Marrakech che hanno incantato anche noi, quando di recente l’abbiamo visitata. In primo piano proprio le spezie come il cumino, il coriandolo, il curry e lo zafferano e la scelta va dai grandi classici come il cous cous fino alla pastilla etajine. Per imparare al meglio è bene quindi affidarsi completamente allo chef del Dar Darma, uno tra i più prestigiosi riad di Marrakech, nel cuore della Medina. In un contesto di pace e serenità sarà più facile apprendere le abitudini locali, dedicando qualche ora in più pure alla gastronomia. Lo chef non solo preparerà i piatti, ma organizzerà per gli ospiti delle lezioni di cucina, un modo divertente e insolito per regalare un tocco speciale al soggiorno.

Questi potranno imparare a preparare il cous cous speziato con diversi abbinamenti di carni e verdure, tajine di agnello ai datteri e mandorle o nella versione mista di carne e pesce, accompagnato da verdura e frutta. Quest’ultimo per tradizione si cuoce nel piatto di terracotta da cui prende il nome. Si passerà quindi al pollo al miele e alla tradizionale pastilla, una sottile pasta sfoglia di carne, prezzemolo, uova sode, mandorle e miele spolverato di zucchero e cannella. Attraverso mille altre preparazioni, si giungerà alla rinomata  pasticceria marocchina accompagnata, come da regola, dal tradizionale tè alla menta. La degustazione finale avverrà direttamente nelle terrazze del riad, di fronte ad un panorama mozzafiato fino monti dell’Atlante. Le tariffe delle lezioni di cucina con la cena partono da 60 Euro a persona, bevande escluse. Massimo 6 persone. Richiesta la prenotazione.

Per prenotazioni e informazioni:

Dar Darma, Marrakech

tel. +39 02.669927.204

[email protected] – [email protected]

 

 

Leggi anche

La cucina tipica valsugana

La cucina tipica valsugana

Viaggi e cucina: i luoghi più evocativi

Viaggi e cucina: i luoghi più evocativi

Cenare fuori a Kuala Lumpur: cucina tradizionale e influenze locali

Cenare fuori a Kuala Lumpur: cucina tradizionale e influenze locali

Roma-Torino, l’autostrada del gusto con Ciao Checca e Mercedes-Benz

Roma-Torino, l’autostrada del gusto con Ciao Checca e Mercedes-Benz

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]