Go slow: turismo dolce e sostenibile

montagnaDa oggi fino al 20 settembre si discute a Monza del “turismo slow“, un modo di viaggiare rispettoso dell’ambiente e attento alle tradizioni e culture locali. Viaggiare a piedi e in bicicletta, agriturismi, natura, cultura, arte…Geografi, professori universitari, scrittori si incontrano per parlare del turismo dolce e sostenibile.

BIGS, Borsa Italiana Go Slow, quest’anno é alla sua prima edizione promossa dall’Associazione nazionale Go Slow Italia Onlus con il sostegno e il patrocinio della regione Lombardia, del Touring Club Italiano, della Union Camere Lombardia, della Provincia di Monza e Brianza, del Comune di Monza-assessorato al Turismo, di Legambiente, del CAI, del Wwf e di numerose altre associazioni ambientaliste.

Niente auto, aerei, navi, i “goslowisti” scelgono di viaggiare rispettando l’ambiente e le persone. Durante l’incontro vari espositori (Tour Operator e Tour Organizer, Agenzie di Viaggio, Bus Operator, Associazioni Tematiche) provenienti da tutta Italia proporranno le loro iniziative. Inoltre convegni e seminari per per capire quanto in Italia il go slow sia diffuso e la possibilità di crescita.

Infine sarà assegnato il III Premio Go Slow- Comodo 2009, riconoscimento per le Amministrazioni pubbliche che hanno progettato il territorio con interventi dolci con il contesto preesistente a difesa della natura e della storia dei luoghi, per un turismo distante dalle località mondane e vicino alla gente.

Per noi, Bigs – spiega il presidente di Betania (società cooperativa sociale onlus) Fabrizio Pozzoli – si inserisce in un discorso che viene da lontano.

La cooperativa ha come obiettivo l’inserimento lavorativo di persone appartenenti a categorie svantaggiate dove il lavoro è quindi visto come mezzo di promozione sociale e umana ecco perchè ha deciso di prendere parte alla manifestazione del turismo accessibile, solidale e responsabile.

Nel resto d’Europa – afferma Pozzoli – c’è una maggiore sensibilità verso il turismo accessibile. C’è chi rinuncia a fare del turismo, proprio perché non esistono percorsi specifici. Ci sono, dunque, spazi di crescita, anche in Brianza.

Leggi anche

Viaggi in macchina difficili per i bambini

Viaggi in macchina difficili per i bambini

Vacanze e sicurezza online, a cosa fare attenzione

Vacanze e sicurezza online, a cosa fare attenzione

Vacanza con cani, come fare

Vacanza con cani, come fare

La Londra segreta di Victor Fadlun

La Londra segreta di Victor Fadlun

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]