Tunisia, guida allo shopping

La Tunisia è una meta facilmente raggiungibile da ogni parte d’Italia, poco costosa e ricca di artigianato locale multicolorato e in grado di arredare ogni angolo della propria abitazione. Del resto, la produzione di beni consumo occupa quasi l’intera giornata della gran parte degli abitanti, che si sono specializzati ora nelle ceramiche, ora nella produzione di tappeti o profumi, per la gioia dei turisti che possono concludere affari, mercanteggiando sul prezzo e cercando di ottenere, ovviamente, quello più basso possibile. Ci sono casi in cui, addirittura, vengono dati in licenza prodotti di origine tunisina, anche perchè in varie zone del Paese ci sono problemi riguardo al reperimento delle materie prime. I generi alimentari, però, sono quasi sempre freschi, mentre gli accessori per la casa si possono trovare nelle catene di negozi specializzati.

Per quanto riguarda gli articoli in pelle, in Tunisia c’è solo l’imbarazzo della scelta tra scarpe, giacche, borse e mille altri accessori. Proprio i sandali sono da tenere d’occhio, in quanto presentano elevati livelli di qualità, spesso pari agli standard europei, a prezzi molto accessibili. E’ quasi impossibile resistere ad un “attacco di shopping compulsivo” quando ci si trova all’interno dei coloratissimi souk o dentro le tipiche Medine, dove si trova qualunque prodotto si stia cercando, anche i meno frequenti. Tuttavia, gli oggetti di valore è bene comprarli all’interno dei negozi, per verificarne la qualità e, soprattutto, per essere sicuri di non averli pagati eccessivamente. Esistono, in particolare, dei punti vendita a norma di legge, contrassegnati dalla sigla SOCOPA, Société de Commercialisation des Produits de l’Artisanat, soprattutto per i tappeti.

Belli sono anche gli oggetti in ceramica o, ancora, i foulard e le stoffe di seta e persino le collane in vero corallo, provenienti dalla costa settentrionale. Attenzione ai gioielli berberi che, spesso, di tipico hanno soltanto il nome. Per gli amanti della buona cucina, invece, è necessario provare l’ottimo olio di oliva e l’harissa, una tipica salsa a base di peperoni con aglio e olio.

foto di: Massimiliano Cinà

Leggi anche

Viaggiare da soli? Ecco dove

Viaggiare da soli? Ecco dove

Treno di Dante, per viaggiare nei suoi luoghi

Treno di Dante, per viaggiare nei suoi luoghi

Vacanze e smart working: dove andare?

Vacanze e smart working: dove andare?

Viaggi extraeuropei: rientro in Italia dai paesi dei gruppi E-C

Viaggi extraeuropei: rientro in Italia dai paesi dei gruppi E-C

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]