Trekking in Tanzania

Se il vostro viaggio in Tanzania, non comprende solo safari e relax sulla spiagge di sabbia bianca e fine e di mare cristallino, una valida alternativa può essere quella di dedicarsi al trekking, meglio ancora se sul Kilimanjaro. Le occasioni, qui, non mancano davvero e gli itinerari sono davvero tanti. Vi sono almeno dieci giri escursionistici possibili che iniziano dalle pendici della montagna e solo tre di essi raggiungono la vetta. Di questi, la via più semplice è la Marangu Route e la più frequentata.

 

Di solito, il viaggiatore può scegliere un pacchetto completo andata e ritorno, che comprende cinque giorni e quattro notti, anche se con un pò più di tempo riuscireste ad abituarvi al cambio di clima, soprattutto se siete appena arrivati in Tanzania in aereo o se giungete dalle pianure. Per tutti gli altri tour, occorrono almeno sei giorni ed è necessario pernottare in tenda. Un esempio su tutti è la Machame Route, sempre più scelta nonostante i costi elevati, perchè offre una salita graduale con una giornata di cammino intorno alle pendici meridionali del Kilimanjaro, prima di avviarsi verso la cima. La più ripida, invece, è la Umbwe Route, ma attacca la salita in modo più diretto. Questo percorso, però, nonostante sia molto pubblicizzato è dedicato principalmente a chi ha esperienza nel campo dell’alpinismo e non fidatevi di chi vi dice il contrario.

Sempre più popolare, negli ultimi anni, è diventata la Rongai Route che comincia nei pressi del confine con il Kenya e procede lungo il versante settentrionale della montagna. L’itinerario si percorre in cinque giorni, a volte sei. Ancora, si può optare per la Shira Plateau Route, detta pure Londorosi Route che è più lunga delle altre ma è perfetta per acclimatarsi in modo graduale. La Mweka Route, invece, è utilizzabile esclusivamente per la discesa, ma vale la pena di provarla.

Fonte: Tanzania, Lonely Planet. Si ringrazia la casa editrice EDT

Leggi anche

Viaggiare da soli? Ecco dove

Viaggiare da soli? Ecco dove

Treno di Dante, per viaggiare nei suoi luoghi

Treno di Dante, per viaggiare nei suoi luoghi

Vacanze e smart working: dove andare?

Vacanze e smart working: dove andare?

Viaggi extraeuropei: rientro in Italia dai paesi dei gruppi E-C

Viaggi extraeuropei: rientro in Italia dai paesi dei gruppi E-C

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]