Thailandia: tra Chiang Mai e dintorni

Non solo Chiang Mai, il nord della Thailandia conserva davvero molti tesori tutti da scoprire.

26 Ottobre 2014 12:56

Sono stata a Chiang Mai da pochissimo e devo dire che ha rappresentato per me una piacevole sorpresa. Dopo aver visto della Thailandia la sua parte più turistica e moderna, mi sono spostata verso il nord, alla ricerca delle tradizioni più antiche e più vere. In realtà, un tour in questo Paese non si può mai dire del tutto completo senza aver visitato le regioni settentrionali. Il turismo si sta piano piano accorgendo di questi paradisi e ora i giri a tema sono sempre più frequenti e completi.

chiang-mai

Chang Mai rappresenta al meglio quest’altro angolo di Oriente tra profili montagnose, vallate e fitte giungle. Il regno dei Lanna è proprio la città dei “wat” che si trova lungo le rive del fiume Ping. Ecco un tour da seguire in città:

  • Wat Phra Sing: Monastero del Sacro Leone. Nel 1345 divenne noto perché ospitò le ceneri di re Kham Fu. (Singharat Rd.)
  • Wat Saen Fang: all’interno del tempio è incorporato lo stile birmano nel “chedi”, mentre nel monastero si notano elementi peculiari del “wihan”.(Tha Phae Rd)
  • Wat Bupparam: è un vero e proprio gioiello del XVII secolo. Perfette le sue proporzioni e poi si nota subito per le sue decorazioni in stucco degli esterni. (Tha Phae Rd.)
  • Wat Mahawan: è curioso per il mix di elementi birmani del “wihan” e quelli del tardo Lanna-thai nel “bot” e nelle residenze dei monaci. (Tha Phae Rd.)
  • Wat Chetawan: i turisti corrono a visitarlo soprattutto per i tre “chedi” che sono stati donati da pellegrini ricchi e l’elegantwe “wiham”, con le incisioni in legno. (Tha Phae Rd.)
  • Tha Phae Gate: si tratta di una porta urbana restaurata di recente che segna l’entrata nell’antica città. Si trova nella piazza alla fine di Tha Phae Rd.
  • Mercato di Warowat: ha delle bancarelle sempre cariche di pesce fresco. Ci sono poi pure i fruttivendoli e i classici commercianti. Potrete trovare una grande varietà di vestiti, ma non dimenticate di contrattare. Wichayanon Rd.
  • Santuario Kuan U: è un piccolo tempio cinese molto equilibrato a livello di proporzioni, con una struttura ben diversa dai templi thai classici. Chang moi Rd.
  • Monumenti dei Tre Re: è un luogo di culto usato dai sovrani dell’antico regno dei Lanna. Non perde il suo smalto nonostante il trascorrere del tempo. (Inthawarorot Rd.)
  •  Museo Nazionale: è un piccolo museo in stile Lanna che conserva interessanti testimonianze delle arti e dei mestieri di Chiang Mai. (Highway 11)

Thailandia monumenti

Nell’area del nord della Thailandia, da vedere ci sono certamente altri posti e tra i principali potrebbero riguardare un tour:

  1.  Chiang Rai: la provincia più settentrinale del Paese con il suo Triangolo d’Oro, dove si incontrano Thailandia, Laos e Birmania.
  2. Mae Hong Son: è la provincia più montuosa e i suoi paesaggi di impareggiabile bellezza sono molto noti.
  3. Tak: da vedere per i suoi vivaci mercati e la natura rigogliosa.
  4. Lamphun: è tra le città più antiche ed è bellissimo il suo tempio dell’VIII secolo dedicato alla regina Chama Thevi.
  5. Sukhotai: si trova a 490 km da Bangkok ed è riconosciuto dall’Unesco. Splendido il Sukhotai Historical Park, con le statue di Buddha centenarie.

statua_budda_thailandia

Photo Credit: Thinkstock