Shopping a New York: come svuotare il portafoglio, ma tornare a casa contenti


Lo “shopping compulsivo”, quello che contagia soprattutto le donne dopo una delusione o al termine di una giornata lavorativa o, ancora, in un momento di noia, è pericolosissimo per i contanti e le carte di credito e, certamente, in una città come New York, c’è da preoccupursi ancora di più. Come si fa a lasciare inascoltato, l’irresistibile richiamo delle vetrine con prodotti di ogni tipo? Del resto, neppure partire con pochi soldi è una buona soluzione, visto che lontani dalla propria patria, poi ci si morderebbe le mani per non aver potuto prendere al volo una delle tante “occasioni” proposte. Pure per gli uomini, le distrazioni in questo senso sono molte e, allora, l’unica soluzione è mettere da parte un pò di soldini e arrivati nella Grande Mela, senza fare spese pazze, concedersi un rinfrancante giro per gli acquisti, ovviamente dopo aver visitato i monumenti e tutto ciò che la città offre.

Con l’euro, per fortuna si va tranquilli, ma è meglio evitare il week-end per non trovarsi dietro code interminabili all’entrata di un punto vendita alla moda. Una zona indicatissima per gli acquisti è Broadway ed, in particolare, Canal Street, dove è possibile trovare delle t-shirt molto carine anche a soli dieci dollari. Meta successiva è certamente la 5th Avenue, che attraversa tutta Manhattan longitudinalmente. I negozi famosi qui sono innumerevoli e, alla fine, la strada è percorsa da una miriade di persone con i sacchetti di Banana Repubblic, H&M, Giorgio Armani, Tiffany &Co., Victoria’s Secret, disney, Niketown, Chanel e l’elenco potrebbe ancora continuare a lungo.

Nello store di Acrombie & Fitch, poi, oltre che ammirare i prodotti in vendita, un occhio è da buttare “distrattamente” pure sui commessi che somigliano ai modelli delle pubblicità. Se dopo tanta “fatica”, arriva il calo di zuccheri, ci si può fermare all’M&M Store a Times Square, per fare scorta di golose caramelline colorate. Per gli uomini stanchi di accompagnare le loro donne in giro tra le vetrine di Miu Miu, Vera Wang e Macy’s, non manca un super fornito Apple Store, di fronte al Plaza Hotel o, ancora, a Soho o sulla Broadway. Per un buon pasto, vanno bene anche i supermarket, come il Dean and De Luca e il Whole Food maarket, dove è possibile mangiare in loco.

Foto di: Sara Sangiorgi e Paola Pagliaro

Leggi anche

Lavoro e vacanza, accoppiata possibile

Lavoro e vacanza, accoppiata possibile

Orient Express torna su rotaia nel 2025

Orient Express torna su rotaia nel 2025

Natale e capodanno 2022, prenotare ora?

Natale e capodanno 2022, prenotare ora?

Viaggi lenti o viaggi veloci?

Viaggi lenti o viaggi veloci?

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]