Malesia: vacanze tra la costa occidentale e orientale

Tour in Malesia tra Occidente e Oriente. Cosa vedere, cosa fare, cosa non perdersi

25 ottobre 2014 12:58

Non solo shopping, ma anche e soprattutto natura. La Malesia ha molto da raccontare, ed è in particolare nella sua parte peninsulare che si concentra il maggior numero di turisti e anche di abitanti. La costa occidentale va esplorata con calma per poter dire di conoscerla bene e un’ottima idea, può essere quella di preferire un “fly e dry”. Ottimi i percorsi, in particolare l’Autostrada Nord-Sud che si allarga da Johor Bahru fino al confine con la Thailandia del nord. In questo caso, le città da comprendere nel proprio tour sono: Kuala Lumpur ovviamente, Shah Alam, Georgetown, Malacca, Johor Bahru e Ipoh. Per chi ama la collina, invece, buona idea potrebbe essere giungere fino a Cameron Highland, Fraser’s Hill, Bukit Tinggi e Genting Highland.

natura e monumenti malesia

Chi adora la vita da relax e spiagge incantevoli può scegliere i resort delle tranquille isole di Langkawi e Pangkor, dove preferire alberghi di lusso o meno impegnativi, ma dedicarsi comunque agli sport acquatici. Quali sono le peculiarità di ognuno di questi posti?

Kuala Lumpur, ad esempio, è perfetta per lo shopping con i suoi mega centri commerciali, ma vanta pure i contrastanti stili architettonici che vanno dal Moresco, al Tudor. Questo senza dimenticare le linee super moderne e particolarmente apprezzate. Da vedere sicuramente la vecchia Stazione Ferroviaria e il Museo Nazionale. Per qualche souvenir, meglio il Central Market, prima di passare a Chinatown. Come ho fatto io, vi consiglio di non perdere la bellezza di Putrajaya che si può raggiungere in mezza giornata. Tra mosaici, palazzi e bei parchi, lo spettacolo è sempre garantito. Malacca e Georgetown, invece, sono gli antichi porti commerciali e Penang è famosa per le sue spiagge ma pure per i festival. Sulla strada verso questa destinazione, fermatevi a vedere il Castello di Kelli, i templi nella grotte i Ipoh, la città reale di Kuala Kangsar e la città coloniale di Taiping.

tramonto malesia

Altre attrazioni da comprendere nell’itinerario sono:

  • Il Parco delle Lucciole di Kuala Selangor
  • Il Parco di Stato del Perlis
  • Dar da mangiare alle aquile a Langkawi
  • Osservare gli uccelli a Fraser’s Hill+
  • Immersioni subacquee nel Parco Marino di Pulau Payar.

 

malesia mare

Per chi sceglie per le vacanze la Costa Orientale, invece, nella penisola ci sono il Kelantan, Terengganu e Pahang. Qui è la cultura a farla da padrone e le città sono più piccole, mentre lo stile di vita maggiormente rilassato. Non mancano le incredibili spiagge o i villaggi di pescatori. Le immersioni, invece, si possono prevedere soprattutto nelle isole di Perhentian. Redang, Kapas e Tioman. Il principale parco è il Taman Negara e vi si può accedere da ognuno dei tre stati della costa orientale. Per arrivare più facilmente, si possono scegliere come basi Kota Bharu, Kuala Terengganu, Tioman e Kuantan. Si può volare in questi luoghi, direttamente da Kuala Lumpur. Bello, poi, il lago d’entroterra che è il lago artificiale più grande di tutta la regione ed è molto famoso e frequentato soprattutto dagli amanti della pesca. Insomma, moltissime sono le alternative in questo Paese che piuttosto velocemente sta diventando molto amato anche dagli italiani.

Photo Credit: Thinkstock