La Route 66, la “strada madre”

La chiamava così lo scrittore John Steinbeck, “la strada madre” ed è facile immaginare l’atmosfera romantica che riguardava la Route 66, quando rappresentava la “Terra Promessa” verso la tanta agognata California. Percorreva, infatti, ben 3860 chilometri da Chicago a Los Angeles e intorno ogni ristorante o motel aveva un design e un carattere ben definito. Nel 1984 però, ebbe termine la costruzione della I-40, trasformandola in una strada secondaria e non più nella nazionale highway dove i più restavano imbottigliati per ore, ma altrettanti la consideravano una via immersa nel verde e ricca di suggestioni.

La Route 66 si trova ancora oggi in Arizona e non sono cambiati neppure i mitici bar e caffè che gli automobilisti di qualche decennio fa amavano frequentare. Si passa quindi da lande oscure e da tratti trafficati, ma il paesaggio è sempre superbo e ricco di storia. Da non perdere, per chi ha tempo di attraversarla, ci sono le cavità delle Grand Canyon Caverns che si allargano nel sottosuolo appena fuori dal percorso, a nord- ovest di Seligman. Deviando, invece, a nord nella Indian Route 18 si arriva a Hulapai Hilltop, nella Havasupai Indian Reservation, con un sentiero che porta a delle splendide cascate e piscine naturali.

Dall’interno della riserva, poi, ci si può addentrare nel Grand Canyon o avvicinarsi ai belvedere circostanti. La strada non si allontana molto dal confine sud dei Grand Wash Cliffs, la bastionata che segna il limite inferiore del Grand Canyon a nord e raggiunge l’Hackberry General Store. Ecco, questo luogo merita una visita, perchè la fattoria ed ex distributore di benzina, è oggi ricca di auto d’epoca, cartelli e piccoli ricordi legati alla Route 66. Avanti, verso le Peacock Mountains, la strada giunge alle Hualapai Valley e a Kingman e, oltrepassando la Sacramento Valley, prosegue sulle Black Mountains e scende a Oatman, nella vecchia città mineraria. Dopo essere arrivata alla Mohave Valley, infine, incontra la I-40 poco distante dal Colorado.

Leggi anche

Turismo Spaziale con Blue Origin e Virgin Galactic nel 2019

Turismo Spaziale con Blue Origin e Virgin Galactic nel 2019

Québec: sulla strada per Wendake, alla ricerca dei nativi canadesi

Québec: sulla strada per Wendake, alla ricerca dei nativi canadesi

Alle Bahamas, l’emozione unica di immergersi con gli squali

Alle Bahamas, l’emozione unica di immergersi con gli squali

Il Getsemani, l’Orto degli Ulivi: ricordi di viaggio

Il Getsemani, l’Orto degli Ulivi: ricordi di viaggio

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]