La Francia del Nord e le cattedrali gotiche

E’ difficile da spiegare la sensazione di pienezza dell’animo che si prova quando, attraversando campagne e città della Francia settentrionale, in lontananza si cominciano a vedere le guglie e le torri delle cattedrali gotiche. Del resto tutta l’area fu grande protagonista del fenomeno artistico, sin dal suo esordio nel periodo compreso tra il 1140 e il 1144, con la realizzazione del coro dell’abbazia di St.Denis, a Parigi. Alcuni dei caratteri peculiari di tali costruzioni erano già presenti pure in passato, tuttavia con la moderna tecnica si iniziarono a vedere delle nuove combinazioni di volte, dei muri perimetrali sottili e ampie finestrature. La successiva meraviglia, ancora oggi frequentatissima dai turisti, fu Notre-Dame de Paris, con una navata di 33 metri. Si passò, quindi, alla cattedrale di Laon a quella di Amiens, a quella di Reims. Con la cattedrale di Strasburgo, infine, si arrivò al cosiddetto gotico flamboyant.

Gli esempi più spettacolari del gotico francese negli istituti religiosi sono sei e coprono un percorso lungo poco più di 380 chilometri. Amiens, ad esempio, è la testimonianza della fase matura di quest’arte e vi si giunge in auto, seguendo la D934 in direzione est per Noyon, con una cattedrale che riprende sia il Gotico che il Romanico. Prendendo la N32 e la N44 si arriva a Laon. La cattedrale di Notre-Dame, con i suoi rosoni, sulla facciata riprende figure animalesche di tipo esotico. E’ circondata da delizione stradine medievale ed anche dal palazzo arcivescovile e da abbazie.

In stile tardogotico è la cattedrale di Reims, mentre quella di Soissons fu restaurata dopo i bombardamenti del 1918. L’esempio più curioso, però, è forse visibile a Beauvais, dove il tentativo fu quello di realizzare il più alto edificio mai costruito. Tuttavia, dopo dodici anni dalla sua costruzione, risalente al 1284, il coro crollò e fu necessario utilizzare dei contrafforti di sostegno, ma le enormi cifre necessarie causarono il mancato completamento dell’opera.

fonte: guide National Geographic (si ringrazia la casa editrice White Star)

Leggi anche

Carnevale 2023, Italia o estero?

Carnevale 2023, Italia o estero?

Viaggiare da soli, cosa fare

Viaggiare da soli, cosa fare

Vacanze estive 2022 tra italia e comunità hippie

Vacanze estive 2022 tra italia e comunità hippie

Viaggiare all’estero 2022, le mete più sicure al momento

Viaggiare all’estero 2022, le mete più sicure al momento

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]