Vacanze e smart working: dove andare?

Vacanze e smart working: dove andare?

Viaggiare in questo momento è molto difficile e non solo per via delle varianti di coronavirus: l’aumentare del regime di lavoro in smart working sta costringendo a partire per le vacanze e a lavorare allo stesso tempo. Ecco le migliori destinazioni per coloro che sono costretti a lavorare ma vogliono partire.

Lavoro e vacanza? Portogallo perfetto

Questo fenomeno, nato a causa della pandemia di coronavirus e alla necessità di dover lavorare in casa, è chiamato workation e dà modo alle persone che lavorano da remoto di andare in vacanza e coniugare con la stessa le necessità lavorative che sono chiamate a espletare. Il motore di ricerca specializzato Kayak è stato in grado di mettere a punto una classifica di quei paesi che si adattano maggiormente a ospitare coloro che vogliono sì lavorare ma allo stesso tempo, una volta spento il pc, godersi dei luoghi rilassanti e dall’attrattiva innegabile.

Tra le prime destinazioni selezionate all’interno di una lista di 111 classificati in base a sei categorie contenenti 22 indicatori totali troviamo il Portogallo. Questo paese europeo è risultato essere il migliore per coloro che sono parte del fenomeno workation.  Per accessibilità e costi del viaggio, prezzi locali, salute e sicurezza, possibilità di lavoro a distanza, vita sociale e altri fattori, questo paese è emerso essere quello capace di ricevere voti molto alti in praticamente tutte le categorie.

Non solo: è stato considerato perfetto anche per un eventuale migrazione. E questo è dipeso anche da ottime condizioni meteorologiche per buona parte dell’anno, un basso tasso di criminalità unito a un costo della vita abbastanza basso rispetto ad altri paesi. Tutto ciò unito a una conoscenza dell’inglese più che discreta e soprattutto a un visto ottenibile da coloro che possono essere considerati nomadi digitali.

Spagna e Romania sul podio delle destinazioni

viaggi aerei prenotazioni

Il secondo posto in questa ideale classifica per coloro che vogliono coniugare smart working e vacanza c’è anche la Spagna e questo non stupisce: anche in questo caso il meteo è abbastanza favorevole, l’offerta di vita notturna è davvero all’avanguardia e la velocità di connessione altissima è possibile a utilizzare anche nei tantissimi spazi di coworking.

Per motivazioni principali differenti la Romania conquista il terzo posto di questa ideale classifica e di questo deve ringraziare la propria offerta gastronomica e gli affitti davvero irrisori delle sue abitazioni. A seguire abbiamo le isole Mauritius, prima destinazione esotica e il Giappone. All’intero di questa importante top ten di destinazioni incontriamo poi Malta, Costa Rica, Panama, Repubblica Ceca e Germania.

Una bella scelta per coloro che devono coniugare vacanza e smart working.

Leggi anche

Viaggi extraeuropei: rientro in Italia dai paesi dei gruppi E-C

Viaggi extraeuropei: rientro in Italia dai paesi dei gruppi E-C

Italia e viaggi extraeuropei: le regole per i paesi del gruppo D

Italia e viaggi extraeuropei: le regole per i paesi del gruppo D

Viaggi e green pass: cosa cambia da settembre

Viaggi e green pass: cosa cambia da settembre

Viaggiare con voli covid-tested, ecco come

Viaggiare con voli covid-tested, ecco come

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]