Scopri come arrivare a Procida da Napoli in aliscafo

14 marzo 2019 7:54

Procida in aliscafo da Napoli

Cosa fare a Procida

Arrivare a Procida in qualsiasi periodo dell’anno è come addentrarsi in un sogno. Vicina alla costa, ma lontana dai clamori della folla e dai rumori di Napoli e Pozzuoli, questa piccola isola gode di una situazione da favola. Si trova infatti tra Pozzuoli e Ischia; proprio questo fatto la porta ad essere un piccolo gioiello ancora per gran parte inesplorato. Il turismo di massa passa da qui, ma difficilmente si ferma, attirato dalla più nota Ischia, una delle isole più conosciute e visitate di tutto il Mediterraneo. Allora perché non approfittare di questa situazione idilliaca per soggiornare a Procida, grazie anche alle ampie possibilità offerte dai suoi abitanti.

Come si arriva a Procida

L’isola, come dicevamo, si trova tra Pozzuoli e Ischia, a un passo da Napoli; raggiungerla è molto semplice anche grazie alle numerose corse di traghetti, che impiegano poco più di mezz’ora per arrivare qui dalla costa. Se vuoi fare più in fretta, scopri come arrivare a Procida da Napoli in aliscafo: una corsa super veloce e particolarmente comoda, perfetta anche per chi vuole fermarsi a Procida per un singolo giorno. Volendo si può arrivare portando con sé la propria autovettura, ma non è strettamente necessario. L’isola non è molto grande e si possono sfruttare i molti servizi pubblici disponibili, oltre ad un efficiente servizio di taxi e micro taxi, disponibile più o meno presso tutti i centri abitati presenti.

Cosa vedere: i centri abitati

Nonostante le ridotte dimensioni, Procida offre diversi borghi da visitare, che distano alcuni chilometri l’uno dall’altro. Il punto d’attracco è Marina Grande, posizionato strategicamente lungo la rinomata Via Roma, la strada del passeggio serale, dei negozietti di souvenir e di prodotti tipici, di ristoranti, bar e negozi vari. Qui camminano i turisti, ma anche chi vive sull’isola da sempre. Verso est assolutamente da visitare è Terra Murata, il nucleo storico dell’isola, su un alto promontorio. Al suo centro il Palazzo d’Avalos, attorno a cui si è sviluppato un piccolo borgo medioevale, particolarmente pittoresco. Molti anche gli antichi casali, le antiche case dove gli abitanti di Procida si riparavano dagli attacchi dei Saraceni; tra i più belli ricordiamo Casale Vascello. Assolutamente da vedere, una cartolina bellissima se si arriva dal mare, Marina della Corricella, con le sue casette multicolori che si affacciano sulla costa.

Le spiagge e la natura

Per chi sosta a Procida almeno qualche giorno è un must approfittare di tutte le belle spiagge che circondano l’isola. Partiamo da sud per ricordare che a Procida si collega Vivara, una sorta di isolotto cui si giunge attraversando un lungo ponte.

Si tratta di un’oasi ecologica, per un tour è meglio informarsi in loco. Tra le spiagge più belle ricordiamo quella della Lingua, Ciaraccio La Chiaiolella, o anche quella della Chiaia. Su un’isola baciata dal sole ogni luogo è perfetto per godersi il mare, basta avvicinarsi alla riva e godersi il tempo a disposizione. Per visitare proprio tutte le isole l’idea migliore consiste nel noleggiare un’imbarcazione, in modo da poter fare l’intero giro dell’isola in totale comodità.

Abbiamo parlato di: ,