Nizza, cuore provenzale, arte e gioia di vivere

Giardini che profumano di lavanda e rimandano agli occhi colori intensi, una cucina dai sapori speciali e una gioia di vita, impalpabile ma presente lungo le strade antiche o il moderno lungomare: il piacevole luogo in questione si chiama Nizza, dove ogni manifestazione naturale o architettonica diventa arte. Di solito, per visitarla tutta, si può dividere in tre aree distinte che vanno dalla “Vieux Nice” la parte vecchia con il porto, molto simile per caratteristiche allo stile italiano, il centro città risalente al XIX secolo e l’elegante quartiere Cimiez legato alla zona nord. In particolare quest’ultimo angolo è stato da sempre molto amato, a partire dai romani fino ad arrivare alla regina Vittoria. Un tempo le tipiche stradine che la contraddistinguono, non erano considerate molto sicure, ma adesso sono state rivalutate e arricchite da molti bistrot, locali notturni e gallerie d’arte, con interessanti pareti color ocra e persiane turchesi. A completare l’affascinante quadretto anche l’olio di oliva qui dalle caratteristiche incredibili e l’odore di aglio e pesce fresco che l’aria spesso trasporta, provocando un certo languorino.

Una passeggiata a Nizza, non può prescindere dalla vista del Palais Lascaris, risalente al XVII secolo, con soffitti affrescati e porte rococò intarsiate in argento. Dove un tempo di trovava il castello, poi, con l’ascensore si può giungere fino al moderno parco fatto di cascate, panorami incantevoli e punti di ristoro. Poco distante per gli amanti dell’arte, sorge il Mamac, cioè il Musée d’Art Moderne et Contemporain di vetro e marmo, con collezioni dell’avanguardia francese e americana dagli anni ’60 in poi.

A ovest della città vecchia, lungo la costa, si accede alla Promenade des Anglais fiancheggiata da grandi alberghi e non troppo distante dalla Nizza di due secoli fa, dove ancora si notano testimonianze legate a portici, negozi e gallerie d’arte. Da segnalare, poi, il Musée International d’Art Naif e Il Musée des Beaux-Arts con opere di Monet, Degas e Sisley. La Cathèdrale- St.-Nicolas spicca con le sue decorazioni russo ortodosse, mentre nell’elegante quartiere Cimiez, si possono osservare antiche testimonianze romane. Notevoli, infine, il Musée Marc Chagall con le tavole del Messaggio Biblico di Chagall e il Musée Matisse, con le collezioni personali dell’artista

Leggi anche

Courmayeur, classica destinazione invernale

Courmayeur, classica destinazione invernale

Carnevale 2023, Italia o estero?

Carnevale 2023, Italia o estero?

Viaggiare da soli, cosa fare

Viaggiare da soli, cosa fare

Vacanze estive 2022 tra italia e comunità hippie

Vacanze estive 2022 tra italia e comunità hippie

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]