Viaggio a Edimburgo, shopping e curiosità

Realtà e fantasia: c’è quasi un mondo irreale dietro un luogo come Edimburgo, perfettamente mixato tra un insieme di monumenti e paesaggi da lasciare senza fiato. Il periodo migliore per giungere da queste parti va da aprile a settembre e il clima presenta degli inverni secchi e freddi e delle estati miti. Il problema è che quasi sempre sono piuttosto piovose. Se cercate qualche timido raggio di sole, allora avete più speranze tra maggio e giugno, quando diminuiscono pure le precipitazioni. Le temperature, in ogni caso, sono sempre variabili e in poco tempo la situazione meteo si può ribaltare. Per quanto riguarda, invece, i documenti, vi basterà essere in possesso della carta di identità valida per l’espatrio.  Lo stesso vale per il passaporto che deve essere in corso di validità.

Le carte di credito sono accettate praticamente ovunque e non sono richieste vaccinazioni obbligatorie. Il turista che arriva ad Edimburgo come deve comportarsi con le eventuali mance? Bisogna sapere che non è necessario elargirla nei locali che includono il servizio nel conto o dove non siete rimasti soddisfatti. In generale, comunque, camerieri e tassisti si aspettano una mancia del dieci per cento. Il fuso orario, infine, è di un’ora indietro rispetto all’Italia.

Se volete organizzare un giro di shopping ad Edimburgo, comunque, non rimarrete senza comprare nulla ma attenzione perché in qualche caso potrete spendere anche parecchio. Per mamma, zia e cugine ad esempio potete prendere delle simpatiche e coloratissime pantofole scozzesi che richiamano il tessuto tartan. Si trovano comunque in taglia unica 40-43 e la versione è a fondo rosso o verde. Vanno molto bene anche e soprattutto per lui. Che dire poi del kilt che ha i suoi costi, ma fa sempre figura. Insomma, in questo caso, il vostro indirizzo di riferimento è Geoffrey Tailor e li potete trovare praticamente per tutti, per uomo, donna o bambini. I sarti sono bravissimi e le stoffe usate di grande qualità. Si possono persino ordinare online e, in tal caso, dovrete prendere le misure grazie al comodo formulario. Altra idea, sempre con il tradizionale motivo a quadrotti è quello che si trova praticamente ovunque, ad esempio sulle tazze. I colori più usati in questo senso, sono rosso, verde o blu. Sono simpatiche idee regalo per dei complementi di arredo di ogni tipo e sempre graditi di ritorno da un viaggio. Le tazze, ad esempio, costano anche relativamente poco e non spenderete più di sette euro. Un souvenir tipico, infine, non può che essere il whisky. Si acquista lungo Royal Miles a Edimburgo al Royal Mile Wiskies. Le varietà sono davvero tante  e vanno dal blended al whisky irlandese. In primo piano in questo senso, ci sono i single malt che vengono prodotti in una unica distilleria. Un esempio su tutti è l’Aberfeldy invecchiato di 12 anni. La bottiglietta mignon da 0.05 litri costa 5 euro.

Come dimenticare un giro nella zona? Immancabile in città il tour che vi porterà nel monumento che ne rappresenta quasi il simbolo. E’ dedicato allo scrittore scozzese Sir Walter Scott. E’ alto sessanta metri e il suo stile è gotico. La pietra però è ormai nera e la particolare colorazione è data dall’inquinamento. Per arrivare alla sommità c’è una scala a chiocciola di 287 scalini. Sotto l’arco, poi, ecco una statua di Scott in marmo bianco. Si trova a metà di Princes Street. Altro giro interessante è quello al The Writers’ Museum & Makars’Court. Il museo degli scrittori sorge alla fine di una stradina che arriva alla Royal Mile. Nel cortile antistante ci sono delle lastre di pietra con incise le citazioni di autori scozzesi. Nel museo a piano terra, invece, ci sono documenti e testimonianze dello scrittore Walter Scott. Ancora nei vari piani ci sono mappe e scritti di grandi viaggiatori. L’installazione è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 17. L’ingresso è gratuito ma si può fare una donazione. Per gli acquisti, infine, non dimenticate un giro nelle vie principali dello shopping che sono Royal Mile, Princes Street e Victoria Street.

Tenete d’occhio il Princess Mall o il St.James Centre. Se volete, poi, acquistare online l’Edimburgh Pass potrete avere con 49 sterline, circa 56 euro degli sconti interessanti per tre giorni in moltissimi negozi. Si trova spesso anche in giro. Potrete pagare di meno pure nei ristoranti e avrete il trasferimento gratuito all’aeroporto con Express Airlink.

Photo Credit: Thinkstock

Leggi anche

Courmayeur, classica destinazione invernale

Courmayeur, classica destinazione invernale

Carnevale 2023, Italia o estero?

Carnevale 2023, Italia o estero?

Viaggiare da soli, cosa fare

Viaggiare da soli, cosa fare

Vacanze estive 2022 tra italia e comunità hippie

Vacanze estive 2022 tra italia e comunità hippie

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook!

Per darvi il meglio collaboriamo con

case editrici di viaggi

Categorie

Chi siamo?

La nostra idea è quella di realizzare una community dedicata ai racconti di viaggio e agli approfondimenti sul turismo.

I blogger, guidati dalla nostra FRANCESCA SPANO' presenziano tutto l'anno a decine di eventi organizzati dalle agenzie di stampa per ricavarne consigli utili a seguire individualmente i viaggiatori a costruire le proprie vacanze.

Incoraggiamo tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come costruire i propri itinerari a contattarci: [email protected]