Vacanze? Il viaggio è condiviso per risparmiare

9 dicembre 2017 12:49

In viaggio con un passaggio: potrebbe essere definito in questo modo il motto degli italiani quando si tratta di viaggiare. L’abbattimento delle spese, unito ai nuovi servizi di carpooling, hanno dato vita ad un nuovo modo di approcciare gli spostamenti.

Insomma, se si va in vacanza, meglio farlo grazie ad un passaggio e gli italiani in questo sembrano essere maestri, almeno stando a ciò che raccontano i dati raccolti da BlaBlaCar nella sua community di utenti. Quando si tratta di spostarsi per turismo il residente del bel paese ama la condivisione. E per quanto l’abbattimento dei costi sia una delle prime ragioni, il parlare e condividere una nuova esperienza entrano nel podio delle ragioni principali di questo comportamento.

L’azienda ha eseguito questa indagine prendendo in considerazione l’opinione di utenti provenienti da ben 22 paesi in tutto il mondo. E se per ciò che riguarda il carpooling relativo ai viaggi turistici gli italiani sono i primi ad amare questo modo di spostarsi, tale verità non è propria di quelli che sono gli spostamenti per altre ragioni. I dati parlano infatti di un settimo posto per ciò che riguarda la condivisione dell’auto per far rientro a casa, magari per raggiungere i propri cari per le festività natalizie. Differente storia raccontano gli spostamenti causati dal cuore. L’Italia infatti torna sul podio, al terzo posto per quelli che possono essere considerati i viaggi fatti per amore: ogni mezzo è lecito quando si tratta di raggiungere l’amata/o al più presto. Anche la condivisione dell’auto con perfetti sconosciuti.

Abbiamo parlato di: