Hong Kong: Repulse Bay, tra sabbia fine e un tempio colorato

Un tour a Hong Kong per scoprirne la sua spiaggia più famosa e frequentata

26 maggio 2016 15:13

IMG_1112

In una città brulicante e psichedelica come Hong Kong, questo è un angolo in cui ritrovare una dimensione di pace e tranquillità. Un quartiere residenziale costoso quello di Repulse Bay, dove sorge una delle spiagge più popolari della zona e, nella stagione migliore, ci si può concedere una balneazione sicura grazie alla presenza di bagnini. Intorno, a far da cornice, uno degli edifici residenziali più costosi che siano mai stati costruiti in questo tratto di Cina e una montagna.

IMG_1126

Qui si può arrivare con i comodi voli della Cathay Pacific e una visita tra mercatini, monumenti e grattacieli è d’obbligo. Anche se magari si tratta solo di una destinazione di passaggio. E la spiaggia di Repulse Bay si incontra sull’Isola di Hong Kong, non lontano da ristoranti tipici e a diretto contatto con una baia dove crogiolarsi al sole, quando le nuvole minacciose, non troppo rare in loco, non l’attraversano. Da marzo a novembre, comunque il periodo è perfetto per organizzare un viaggio con un tour turistico tra le peculiarità orientali.

Le spiagge sono circa quaranta nell’arco di pochi chilometri, ma in molti preferiscono fermarsi in questo tratto di sabbia vicino al quale sorge un grazioso tempio cinese colorato. L’acqua poi sembra più pulita rispetto ad altrove e pare non risentire dell’inquinamento che purtroppo devasta la maggior parte dei lidi cinesi. Sul lato orientale, inoltre, non mancano due grandi divinità taoiste, Tin Hau e Kwun Yum. La prima è probabilmente vissuta sul serio.

IMG_1120

La vera storia di Repulse Bay

Da sempre è stato un porto di piccole barche, con acque non troppo profonde. Si racconta che anche i pirati siano arrivati fin qui, ma tra leggende e miti, di sicuro sono stati gli inglesi a prenderne il controllo in passato. Ad oggi, sono comodi i trasporti verso il quartiere degli affari di Hong Kong, quello dove gli edifici raggiungono dimensioni ragguardevoli. Ovviamente comprare o affittare una abitazione vicino a Repulse Bay, quindi sulla costa meridionale locale, rischia di avere cifre proibitive anche se poi non manca lo sfondo panoramico.

Come arrivare dal centro:

Con gli autobus n. 6, 6A, 6X, 66, e 260 da Central Exchange Square o Central Star Ferry Pier. Lo Star Ferry collega Centrale con Tsim Sha Tsui. Da Causeway Bay, si prende il Minibus N. 40.

IMG_1114

Il tempio colorato

IMG_1113

A far da “guardiano” ideale alla spiaggia, c’è un tempio cinese dove la superstizione di questo popolo è ben riconoscibile. La si ritrova in ogni angolo e, chi ne varca la soglia, circondato da una prevalenza cromatica di rosso, può assicurarsi fortuna, fertilità, salute e pure qualche anno di vita in più, superandone in ponte. Luogo ideale per chi crede e perfetto per le foto turistiche, spiega al meglio quanto nel Paese dagli occhi a mandorla la fede sia una questione seria.

IMG_1119

Tour nelle vicinanze

Non lontano da qui si possono raggiungere Ocean Park, parco a tema e parco di divertimenti più importante di Hong Kong e Victoria Peak, a circa sei chilometri di distanza, per avere una visione completa su questa affascinante città.

Hong Kong però può essere anche un semplice stop, prima di proseguire per altre destinazioni. Il Borneo malese per esempio. Con i voli Dragonair (sempre del gruppo della Cathay Pacific) si arriva a Kota Kinabalu, la capitale e da qui si possono prevedere delle escursioni verso l’interno. Per chi volesse concedersi in un panorama così selvaggio, un soggiorno di lusso tra comfort ed eco-sostenibilità, le due strutture consigliate sono il Bunga Raya e il Gayana, entrambe sull’isola di Gaya.

Photo Credit: Francesca Spanò

Abbiamo parlato di: